fbpx

Lead Generation per piccole aziende: 7 consigli utili

Lead Generation per piccole aziende: 7 consigli utili

    Indice dei contenuti
  1. Ma cosa intendiamo per “conversione”?
  2. Parti dalla ricerca Google
  3. Fatti trovare sui motori di ricerca
  4. Fai leva sulla riprova sociale
  5. Concentrati sempre sul fornire valore ai tuoi contatti
  6. Pubblica contenuti ad hoc per la tua audience
  7. Non sottovalutare il potere dell’offline
  8. Usa l'email marketing
  9. Non dimenticare mai di ottimizzare i processi

Se sei stai pensando di lanciare una piccola attività o hai intenzione di trovare contatti per la tua azienda, non puoi prescindere da una strategia di lead generation.

Un flusso costante di lead è vitale per qualsiasi impresa. Chi ha grandi disponibilità economiche può decidere di spendere una buona parte del proprio budget destinato al digital marketing in campagne di lead generation.
Le realtà più piccole, invece, sono anche quelle più avverse al rischio, in quanto temono di non poter vedere un buon ritorno dell’investimento, specie se nel breve periodo.

Questo però non significa che non si possa, usando anche un po’ di astuzia, generare interesse per il proprio prodotto o servizio, creando un percorso immaginato per raggiungere una buona fetta del pubblico in target da coinvolgere, accompagnandolo verso la fase della conversione.

Ma cosa intendiamo per “conversione”?

Difficile dare una risposta univoca, anche se si tratta della pietra angolare della maggior parte delle strategie di marketing. Ogni business può sviluppare la propria idea di conversione dei contatti mirando, oltre che alla vendita di un bene o di un servizio, anche all’iscrizione ad una newsletter, alla partecipazione a un evento o al test di un prodotto. Ma è in questo caso che si può dire con convinzione che ciò che conta è soprattutto il risultato, più che la strada intrapresa per raggiungerlo.

A questo punto, se ti stai domandando da dove partire per attirare potenziali clienti e strutturare una strategia di lead generation che sia adatta a una piccola azienda, sei nel posto giusto!

Troverai, continuando a leggere l’articolo, diversi spunti per attirare il traffico e far aumentare il tuo conversion rate.

Parti dalla ricerca Google

Il primo step da fare è aprire una scheda su Google My Business, mostrando la tua attività sul principale motore di ricerca al mondo con un profilo dell’attività senza costi.

È proprio Google, in una sua ricerca, a rivelare che il 50% degli utenti che effettua una ricerca online su negozi a livello locale, successivamente si reca nel negozio fisico. Trasformare le persone che ti trovano su Maps e nella Ricerca organica in potenziali clienti è un fantastico inizio per la strategia di lead generation per il tuo piccolo business.

Fatti trovare sui motori di ricerca

Se hai un sito internet – e, davvero, non puoi non averlo! – alla base del suo sviluppo deve esserci l’ottimizzazione SEO di base per i motori di ricerca. Assicurati di includere le tue parole chiave al posto giusto. Usa dei tag title descrittivi, una meta description convincente, scritta per convincere l’utente a cliccare sui risultati della sua ricerca. Ricorda che riempire una pagina web di parole chiave non significa ottenere automaticamente un buon posizionamento. Lavora sui tuoi contenuti, inserendo le parole chiave in modo naturale all’interno del testo.

Puoi approfittare di questo per aprire un blog! – Se una persona sta cercando informazioni su un determinato prodotto o argomento, sarà più portata a consultare articoli di approfondimento! Per questa ragione è particolarmente importante curare costantemente il tuo sito. La strategia di content marketing prevede la creazione di contenuti di qualità. Per questo, crea contenuti mirati e pertinenti, in grado di rispondere e soddisfare le esigenze di chi legge.

LEGGI ANCHE: Strategia di lead generation: attirare clienti nel 2021

Fai leva sulla riprova sociale

In certi casi, la lead generation può essere un processo lungo e dispendioso. Per cercare di convincere l’utente a condividere con te le sue informazioni di contatto, metti in mostra le recensioni dei tuoi clienti precedenti. Le recensioni hanno sempre più un impatto crescente sulle decisioni di acquisto e, quando gli viene chiesto di pubblicarle, la maggior parte dei clienti soddisfatti lo fa.

Poterle leggere è estremamente rassicurante per il tuo pubblico di destinazione e può rappresentare un fattore importante per la generazione di futuri lead. Non hai abbastanza recensioni da condividere? Prova con i casi di successo! Anche il racconto di chi è soddisfatto di essere diventato un tuo cliente ha un forte impatto nelle fasi di trasformazione di un potenziale lead in un prospect.

Concentrati sempre sul fornire valore ai tuoi contatti

Quando parliamo di lead generation è facile imbattersi nel termine “Lead Magnet”, letteralmente il magnete, la calamita, che ha la funzione di attirare il tuo potenziale cliente e convincerlo a lasciarti i tuoi dati. Per ogni lead c’è il magnet giusto. Ebook, guide, report di approfondimento, guide all’acquisto…Non c’è limite alla fantasia!

Questo suggerimento può essere particolarmente utile nel contesto dell’acquisizione di lead freddi, ancora lontani dal trasformarsi in clienti, ma incuriositi dal tuo prodotto o servizio.

Pubblica contenuti ad hoc per la tua audience

Identifica i canali dei social media che i tuoi clienti preferiscono e inizia a condividere contenuti rivolti ai direttamente a loro e che stimolino l’interazione con il tuo brand. Facebook, Instagram, TikTok, LinkedIn, Pinterest, YouTube. E’ proprio qui che si possono costruire relazioni vantaggiose con i propri target e garantirsi ottime conversioni, migliorando le vendite e la reputazione della propria attività.

Ma prima di agire, ricordati di ascoltare! La tua comunicazione deve basarsi sempre sui principi di costanza, coerenza e ascolto delle esigenze del potenziale cliente!

Non sottovalutare il potere dell’offline

Organizza eventi, intervieni in conferenze o partecipa a eventi locali e alle fiere di settore dove credi di poter incontrare i tuoi potenziali clienti. Parlare di lead generation offline non è una contraddizione in termini: seppur se connessi 24 ore su 24, siamo pur sempre umani! Incontrare in un luogo fisico centinaia di persone è un’occasione per generare contatti per la tua azienda.

Cerca di creare un’esperienza da ricordare per lasciare un’impressione duratura, in modo che le persone parlino di te anche dopo l’evento.

Usa l’email marketing

Il traffico che generi con l’email marketing è destinato a persone che, in qualche modo, conoscono già la tua attività. Per capitalizzare al meglio questo tipo di contatti, invia newsletter e email significative, immaginando offerte speciali per incoraggiare l’acquisto del tuo bene/servizio da parte del destinatario.

La legge della reciprocità, in casi come questo, spesso porta ad un’impennata degli acquisti!

LEGGI ANCHE: 30 statistiche sull’Email Marketing che DEVI conoscere

Non dimenticare mai di ottimizzare i processi

Un approccio inefficace alla generazione di lead è uno spreco di tempo, denaro e può compromettere il processo di vendita della tua azienda.

Troppe volte abbiamo visto persone credere che fare lead generation significhi semplicemnte inviare traffico verso una homepage. Ma il traffico verso il tuo sito web non significa nulla se non favorisce la conversione.

In ogni fase della strategia di lead generation, allora, non dimenticare mai di analizzare i diversi comportamenti degli utenti e modificare alcuni aspetti della tua strategia. Non aver paura di fare dei passi falsi!

Esistono diversi strumenti utili per migliorare costantemente la propria attività di Lead Generation per piccole aziende. Google Analytics, per esempio, è gratis e consente di capire come le persone atterrano sul nostro sito, quante e quali pagine visitano e quando decidono di abbandonarlo.

Studiando il traffico (fonte di acquisizione, intento di ricerca) e il comportamento degli utenti (visualizzazioni, tempo di permanenza sulla pagina, frequenza di rimbalzo) si può facilitare il loro percorso verso la conversione. Questo ti aiuterà a identificare cosa funziona e cosa no.

L’ottimizzazione delle prestazioni non può che determinare una crescita significativa del numero di contatti acquisiti tra quelli che hanno mostrato interesse per i tuoi prodotti o servizi, da coltivare per portare vendite e aumentare i ricavi.