fbpx

4 errori comuni da evitare per generare lead su LinkedIn

4 errori comuni da evitare per generare lead su LinkedIn

    Indice dei contenuti
  1. Fare Lead Generation con Linkedin
  2. Errore #1 - Mancanza di una strategia chiara
  3. Errore #2 - Inviare richieste anonime, in bianco e senza alcun messaggio
  4. Errore #3 - Avere un profilo incoerente con la propria attività
  5. Errore #4 - Sbagliare la content strategy: no al copia&incolla e agli errori grammaticali
  6. In conclusione…

La maggior parte delle aziende lavora instancabilmente per costruire una solida base di follower e vedere aumentare quelle azioni come like, commenti, condivisioni sulle loro pagine aziendali su Linkedin.

Quando, però, l’obiettivo di una strategia di marketing non è chiaro, le vanity metrics rischiano di rimanere solo numeri, il più delle volte inutili, che non tengono conto di chi viene realmente coinvolto. Ne consegue che la maggior parte di queste aziende poi non ottiene i risultati desiderati.

Fare Lead Generation con Linkedin

LinkedIn non è una piattaforma che consente di raggiungere conversioni immediate quando si avvia un’attività di lead generation. Dovrai dedicare tempo e sforzi per intercettare i prospect e convertirli in lead. Tuttavia, attraverso un lavoro ben fatto e a patto di non aspettarsi risultati rapidi dalla propria strategia di lead generation su LinkedIn, è possibile trovare il giusto tipo di contatti.

La maggior parte delle campagne di lead generation su LinkedIn falliscono a causa di errori che avrebbero potuto essere facilmente evitati. Allo stesso tempo è altrettanto naturale commettere errori, anche all’apparenza banali. Inoltre, le risorse per l’advertising sono sempre troppo poche mentre elevatissime sono le aspettative sui risultati.

Progettare una campagna di lead generation Linkedin, se vuoi minimizzare il rischio di sprechi, significa tenere d’occhio alcuni aspetti troppo spesso trascurati. Vediamo allora quali sono i 4 errori comuni da evitare quando si fa lead generation su LinkedIn.

Errore #1 – Mancanza di una strategia chiara

Pensare a LinkedIn come una delle tante piattaforme social è quanto di più sbagliato si possa fare quando si deve far partire una campagna di lead generation.

Per massimizzare il rendimento su LinkedIn, definire l’approccio giusto è il primo passo per non commettere errori.

La piattaforma ti consente di usare i dati demografici per mirare alle persone giuste. Oltre all’anagrafica, è possibile guardare alla posizione lavorativa, al settore in cui si opera, anzianità e altre informazioni interessanti. In questo modo si possono strutturare campagne con un insieme di opzioni di targeting personalizzate.

Scegli bene, quindi, il target a cui ti stai rivolgendo. Scrivi sempre di argomenti che possano essere interessanti per il pubblico. Fallo in modo originale e coinvolgente: ti aiuterà a catturare l’attenzione dei tuoi prospect.

Errore #2 – Inviare richieste anonime, in bianco e senza alcun messaggio

La richiesta di connessione su LinkedIn può essere un’ottima occasione per rompere il ghiaccio. Se ben articolata, invoglia ad essere accettata e può diventare il primo passo per una lead generation efficace.

Inviare richieste anonime, in bianco e senza alcun messaggio è un grave errore quando si vuole fare lead generation su Linkedin. Affinché tutto fili, il destinatario della richiesta di contatto deve trovare risposta a questa domanda: “Cosa c’è di interessante per me?”.

Sfrutta quest’occasione per presentarti e spiegare il motivo del tuo messaggio. Sii breve e stabilisci la base per una conversazione. LinkedIn è un canale di business e ci si aspetta di ricevere proposte di collaborazione, proposte commerciali o richieste da possibili clienti.

Errore #3 – Avere un profilo incoerente con la propria attività

Nella condivisione dei contenuti, soprattutto su Linkedin, la coerenza è un aspetto fondamentale ma che spesso viene ignorato. Le deviazioni sul tema rischiano di far perdere il focus e, di conseguenza, l’attenzione del pubblico.

Nel curare il proprio profilo Linkedin e nel gestire le interazioni con altre persone, è opportuno chiedersi quali valori si vogliono trasmettere ai prospect e quali possono essere i presupposti per costruire un solido rapporto di fiducia. Linkedin si basa sulle connessioni e le relazioni, non sulla promozione!

Per questa ragione, la migliore strada per raggiungere i propri obiettivi di business è avere un profilo che sia in linea e altamente coerente con i messaggi che si trasmettono quando si fa lead generation.

Errore #4 – Sbagliare la content strategy: no al copia&incolla e agli errori grammaticali

Qual è l’elemento principale per trovare lead su LinkedIn? La content strategy!

I contenuti sono senza alcun dubbio l’elemento essenziale della strategia di marketing su LinkedIn, perciò devono essere curati con particolare attenzione. I potenziali clienti vogliono essere aggiornati sulle ultime novità di uno specifico settore o un’azienda e hanno a disposizione un periodo di tempo limitato.

Per essere certi di raggiungere il proprio pubblico target, occhio a quello che scrivi! Gli errori grammaticali o di battitura possono trasformare una possibile connessione in un’occasione per dare un’impressione negativa di te o della tua azienda.

Non c’è nulla di peggio di presentare un servizio o un prodotto in modo poco accurato. Dovrai essere meticoloso nel presentare al meglio quello che offri e scrupoloso nel verificare di non scrivere nulla di inesatto.

La descrizione sintetica del nostro profilo è la prima sezione che salta all’occhio. Personalizzala al meglio e cerca di differenziarti dalla massa. Enfatizza alcune parole chiave che riguardano il settore in cui operi e che possono attirare l’attenzione. Ragiona basandoti su un target specifico. Nel farlo, evita emoji ed espressioni adatte a un contesto informale. Allo stesso tempo, non usare troppi aggettivi: il rischio che corri è di confondere il lettore!

In conclusione…

Avrai capito che LinkedIn non è una piattaforma che permette di ottenere molti lead in poco tempo. Come spesso accade, i migliori risultati arrivano quando dedichi tempo e sforzi in un’attività, utilizzando l’approccio corretto per il contesto.

La mission di LinkedIn è chiara: “Collegare i professionisti di tutto il mondo per aiutarli a essere più produttivi e a raggiungere i propri obiettivi professionali”. Per questo, nel cercare nuovi clienti, non commettere i 4 errori cui abbiamo parlato nel corso di questo articolo è già un primo passo importante.

Definire una strategia di lead generation con LinkedIn efficace è un passo fondamentale per raggiungere i tuoi obiettivi. Concentrati, allora, sulla creazione e condivisione di valore e, se ti sei riconosciuto in uno degli errori, inizia subito a rimediare!